menu laterale

Set

13

Clara Schumann: una donna che non si è fermata davanti al dolore

A CURA DI AMICIZIA SENZA FRONTIERE

Il doodle di Google oggi ricorda i 193 anni della nascita di Clara Josepghine Wieck diventta Schumann in seguito al matrimonio con Robert Schumann.

Clara nacque a Lipsia (Germania) il 13 settembre 1819. Dopo la separazione dei genitori Clara rimase con il padre che l'aiutò a coltivare il suo spiccato talento per la musica. All'età di 8 anni la giovanissima pianista tenne un piccolo concerto a casa del direttore della casa di cura per malati psichiatrici che sorgeva nei pressi della città. In quell' occasione incontrò il 17enne pianista Robert Schumann che rimasto colpito dal talento musicale di quella bambina, decide di smettere i suoi studi in legge per continuare a frequentare casa Wieck e prendere cosi lezioni di musica insieme a Clara. Il giovane Robert si trasferì a casa della Famiglia Wieck e i due giovani legati dallo stesso interesse per la musica divennero prima buoni amici e più tardi (1840), marito e moglie.

Ancora giovanissima Clara girò per tutta l'Europa per esibirsi in diversi concerti, in questi suoi giri conobbe il filosofo e scrittore Johann Wolfgang von Goethe, il famoso violinista italiano Nicolò Paganini e altri. I suoi concerti apprezzati da tutti la portarono alla fama soprattutto per le sue capacità interpretative. Intorno al 1838 a Vienna oltre a ricevere i complimenti da parte di Frederic Chopin, ricevette il “riconoscimento Di Virtuoso imperiale di camera, per l'epoca il più alto riconoscimento per i musicisti in Austria. Per Clara inizia una carriera brillantissima esibendosi con pezzi popolari e di successo, ma successivamente cominciò a maturare un particolare gusto per brani di compositori più moderni per l'epoca, come Chopin, Mendelssohn e Robert Schumann, iniziò cosi a organizzare i suoi programmi inserendo anche Haydn, Mozart, Brahms e Bethoven.

Quasi alla fine della sua carriera Clara dovette fare i conti con l'instabilità mentale di suo marito, dopo una serie di difficoltà e alla morte di Robert, Clara dovrà prendersi carico di tutte le responsabilità della famiglia da sola, provvedendo al pagamento dei conti con il frutto dei propri concerti. Inizia così un nuovo epilogo della sua vita dedicandosi di più alle composizioni del defunto marito cercando con tutte le sue forze di farle conoscere il più possibile, soprattutto all'estero. Intanto i suoi concerti continuano esibendosi in tutta Europa e non con poche difficoltà. Verso la fine del 1878 decise di dedicarsi all'insegnamento presso il conservatorio di Francoforte, dove rimase fino al 1892, promotrice tra le altre cose, d'avere introdotto nuove tecniche per suonare la tastiera del pianoforte in uso ancora oggi, ebbe una grande influenza e importanza in tutta la panoramica musicale, ancora riscontrabile negli ambienti musicali. La passione per la musica è il solo aspetto felice di una vita complicata. Infatti quattro dei suoi figli e il marito Robert morirono prima di lei e un altro figlio rimase in una casa di cura per igiene mentale dove vi rimase fino alla morte.

L'ultimo concerto di Clara Schumann risale al 1891. Morì cinque anni dopo per un infarto all'età di 76 anni, oggi riposa nel cimitero di Bonn insieme al marito Robert.



Immagini:

Categoria: Cultura
Pubblicato: 13 Settembre 2012 alle ore 16:48
Postato da: Agata Rita Iudicelli (admin)
 Commenti (0)